Praedator Youngs & Veterans

Praedator Youngs & Veterans

Praedator Youngs & Veterans

Trasferta  molto positiva lo scorso 16 febbraio per l’Hakuryu Team al “Praedator FC” di Galliate (No).  La competizione questa volta era rivolta solo alle classi Under 20 e Over 35, che si sono date battaglia nelle specialità del Grappling e delle MMA. In gara per il team lariano: Simone Scarano, Marco Grandi, Claudia Pratticò, Francesco De Ciancio, Simone Selle e Alex Sciaini.

Ottima la prestazione di Simone Scarano, riconosciuto da tutti i compagni di squadra come “uomo del giorno”, giunto in gran forma per l’occasione, porta a casa due ori e un bronzo, affrontando cinque incontri in diverse categorie di peso sia nel Grappling che nel MMA. Marco Grandi porta a casa due prestigiosi argenti, uno per specialità, ripagato così del buon lavoro svolto in allenamento. Alex Sciaini affronta in un match di MMA extra campionato, con la formula “open weight”, un colosso di oltre 100 kg, vincendo per resa dell’avversario, dimostrando di essere in buona condizione e sulla strada giusta per i prossimi impegni agonistici. Sempre nella specialità delle MMA nella categoria fino a 84kg Francesco De Ciancio pareggia contro un atleta ostico del prestigioso Stabile Team di Milano. Arriva anche la prima medaglia nel grappling del settore femminile Hakuryu grazie al bronzo di Claudia Pratticò, che con impegno ha affrontato le sue due lotte. Niente medaglia purtroppo per Simone Selle che ha dovuto affrontare avversari ben più pesanti di lui anche di 20 chili, ma dimostrando buone capacità fisiche da utilizzare in futuro.

Il percorso e l’allenamento per i Campionati Italiani 2014 continua. Complimenti a tutti i ragazzi scesi sul tatami, che senza rendersene conto stanno scrivendo una pagina importante per gli sport da combattimento del Lago di Como. Grazie agli accompagnatori e alla tifoseria, sempre pronta a sostenere i propri compagni. Grazie agli organizzatori della manifestazione (Stabile Team Novara, Master Filippo Stabile, Master Fabio Ambrosini) che per la prima volta in Italia hanno riunito oltre 80 atleti del settore giovanile del grappling e in fine ai giudici di gara (Stefano Ghidoni e Luca Cardano) per aver diretto magnificamente gli incontri.

 

 

 

Goto Top