Un martedì di marzo

Un martedì di marzo

Un martedì di marzo

Il martedì è sempre una giornata lunga per me, ma molto soddisfacente. È bello vedere i bambini con i loro progressi a livello motorio, è bello vedere i ragazzi che grazie a nuovi stimoli imparano il Karate moderno ed è bello vedere gli adulti scoprire l’efficacia del Karate classico. Fa piacere vedere gli enormi miglioramenti del gruppo MMA/Grappling, sempre attenti ai particolari e al duro lavoro fisico e tecnico che viene proposto loro. Hakuryu non è solo il nome del nostro team, ma è il nostro modo di essere quotidianamente. C’è chi viene da lontano per apprendere da noi, c’è chi dopo anni ritorna sul tatami per far parte della nostra famiglia, c’è chi ha fame di apprendere e lascia altri gruppi per seguirci, c’è chi è infortunato ma non si abbatte e si allena ugualmente, c’è chi ha iniziato la pratica negli anni ’80 e trasmette tutta la sua esperienza, c’è chi si diverte e basta, c’è chi cerca se stesso e c’è chi ha una visione. Nel dojo ogni giorno si impara e ogni giorno si cresce. Diverse storie, diverse vite, ma tutti fratelli d’arte. Non esiste bello o brutto, alto o basso, grasso o magro, bianco o nero. Esiste solo il fare. Ci perfezioniamo l’un l’altro nella pratica, ci aiutiamo nel raggiungimento degli obiettivi, ci miglioriamo come persone e arricchiamo il nostro spirito. Questo è il bello del nostro mondo marziale, questo è quello che vogliamo trasmettere come insegnanti. Le vere medaglie sono i successi personali raggiunti anche nei piccoli gesti o negli esercizi. Ogni tanto è bello fermarsi a riflettere ed essere soddisfatti di ciò che si è appresso e di ciò che si fare. Essere positivi aiuta a vivere e ad allenarsi meglio, proviamoci. Onegai shimasu.

Pierluigi Ungaro

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Goto Top